Terminata la consegna delle mascherine a Castelfranco Piandiscò; scatta quindi l’obbligo di indossarle sul Territorio

Pubblicato il 11 aprile 2020 • Sanità

Si sono concluse le operazioni di consegna a domicilio dei dispositivi di protezione individuale acquistati dall’Ente e ricevuti dalla Regione Toscana nel Comune di Castelfranco Piandiscò. Grazie al lavoro degli operai del Comune e a quello dei volontari del GAIB, della Protezione Civile e della Parrocchia di Vaggio sono state consegnate circa 20.000 mascherine in tre giorni.

Scatta quindi da oggi, sabato 11 aprile 2020, l’obbligo per tutti i cittadini di Castelfranco Piandiscò di indossare la mascherina nelle modalità e nelle occasioni specificate nell’ordinanza regionale n.26 del 6 aprile 2020:

  • utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente;
  • utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, quando, in presenza di più persone, è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale;
  • fermo restando il rispetto del mantenimento delle misure di distanziamento sociale, le disposizioni di cui ai punti 1 e 2 non si applicano ai bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerino l’utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata da mmg/pls.

L’obbligatorietà di indossare il dispositivo di protezione individuale non permette la trasgressione delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 disposte a livello nazionale. Con DPCM del 10 aprile 2020 è infatti stata disposta la proroga di tali misure fino al 3 maggio 2020.

E’ vietato uscire dalla propria abitazione se non per comprovate esigenze lavorative, necessità primarie e motivi di salute urgente. E’ possibile svolgere attività motoria entro 200 metri dalla propria abitazione, e sono tutt’ora vietate attività ludico e ricreative all’aperto. Si ricorda inoltre che rimane obbligatorio mantenere la distanza sociale di sicurezza di circa 1,8 m in presenza di altre persone.

 

Per ordinanza regionale n.31 del 10 aprile 2020 è stata inoltre disposta per domenica 12 e lunedì 13 aprile 2020 la CHIUSURA di tutti gli esercizi commerciali della piccola media e grande distribuzione, ad eccezione delle rivendite di giornali, delle farmacie e delle parafarmacie.

Nell'ordinanza si precisa che è fatta salva, nel rispetto della vigente legislazione emergenziale, la sola consegna a domicilio, esclusivamente mediante la prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale, dei generi alimentari e dei beni di prima necessità.