Raccolta firme per lo sportello di Faella; il Comune scrive a Poste Italiane

Pubblicato il 17 febbraio 2021 • Servizi

L’Amministrazione di Castelfranco Piandiscò ha promosso nelle scorse settimana la raccolta firme per i cittadini di Faella allo scopo di far presenti le reali necessità della Comunità riguardo il servizio di Poste Italiane sul territorio.

Nello specifico, la cittadinanza, con un totale di 311 firme raccolte, chiede all’azienda di mantenere gli orari di apertura del proprio sportello sito a Faella conformi a quelli degli sportelli a Castelfranco di Sopra e Pian di Scò. Da mesi lo sportello di Poste Italiane di Faella è aperto soltanto tre giorni a settimana, creando file, disagi e rischiosi assembramenti assolutamente da evitarsi in periodo di emergenza sanitaria. Sono state scritte lettere da parte dell’Amministrazione alla società per chiedere l’uniformità dell’orario di apertura di tutti e tre gli sportelli presenti sul territorio, per non creare discriminazioni nel trattamento dei suoi cittadini.

Non avendo ottenuto risposta, è stata avviata la raccolta firme, a prima firma del Sindaco Enzo Cacioli e della Giunta Comunale, terminata lunedì e inviata a Poste Italiane 1 febbraio 2021 dove i cittadini chiedono di poter tornare ad usufruire di un servizio uguale e uniforme a quello degli altri centri di Castelfranco Piandiscò.