Possibile ridimensionamento delle filiali sul territorio, l’Amministrazione comunale convoca Intesa San Paolo

Pubblicato il 18 maggio 2021 • Servizi

Negli scorsi giorni l’Amministrazione comunale di Castelfranco Piandiscò è venuta a conoscenza della ventilata chiusura della filiale del gruppo Intesa San Paolo ubicata a Pian di Scò. A seguito di ciò il Sindaco Enzo Cacioli, in una lettera firmata a doppia mano insieme all’Assessore alle Attività Produttive Filippo Casini, ha chiesto chiarimenti per dare informazioni certe alla cittadinanza.

Nella lettera si è fatto presente che, se confermata, tale scelta si rivelerebbe estremamente dannosa per la popolazione di Pian di Scò, non essendo servito da altre banche, e per le imprese del territorio alle quali da tempo non vengono erogati servizi neppure dalla filiale presente a Castelfranco di Sopra.

“L’eventuale chiusura comporterebbe un notevole disagio per la cittadinanza di Pian di Scò e per le aziende del nostro Comune costringendo i cittadini e le imprese  a spostarsi di decine di chilometri per effettuare delle semplici operazioni di sportello generando  un grave disservizio ai quasi diecimila abitanti del nostro Comune.” scrivono nelle lettera il Sindaco Cacioli e l’Assessore Casini.

L'Amministrazione ha convocato la dirigenza del gruppo bancario Intesa San Paolo per la mattina di questo giovedì 20 maggio per avere risposte certe a riguardo, poter rendere conto tempestivamente alla cittadinanza su ogni eventuale novità e intraprendere le necessarie azioni di tutela e sostegno alla popolazione, particolarmente ai piú deboli, sottolineando la valenza e il ruolo sociale che la presenza delle banche sul territorio riveste, particolarmente in questo tempo di gravi difficoltà sociali ed economiche.